Ufficio guide
GUIDE AMBIENTALI ESCURSIONISTICHE

Romagna da scoprire:
anello di Castel dell’Alpe nell’alta valle del Rabbi

campagna

domenica 23 aprile 2017

 

Il fiume Rabbi, anticamente chiamato “Rapidus” e poi “Fiumana”, attraversa nel suo percorso iniziale un unico centro abitato, il paese di Premilcuore, dopo aver ricevuto le acque dei fossi delle Piastrelle, di Pian dell’Alpe e di Fiumicello. Prosegue poi il proprio corso, oltre Premilcuore, fino a congiungersi con il torrente Fantella e quindi, dopo aver percorso 63 chilometri, a monte della città di Forlì, con il fiume Montone.
Questo tratto dell’Appennino forlivese appare geograficamente piuttosto tranquillo. I calanchi, fenomeno dominante nei restanti territori collinari della Romagna, sono qui generalmente poco diffusi.

Ad altitudine medio - bassa, le pur presenti arenarie, i calcari e le argille compaiono in maniera discontinua, lasciando posto, nell’Appennino medio - alto, alla formazione sedimentaria marnoso - arenacea.
La valle si distingue dalle restanti del territorio romagnolo per la scarsità di proprie vie di comunicazione: è infatti attraversata da un’unica statale che collega il comune di Premilcuore a San Godenzo attraverso il Valico dei Tre Faggi (990 m), punto terminale della vallata, abbandonando nel suo percorso più alto il corso del Rabbi per toccare la valle affluente del fosso delle Piastrelle.
In quanto priva di strade e di centri abitati, la vallata è stata una delle ultime del territorio ad essere colonizzata e poi una delle prime a venire abbandonata.

Questa particolarità, tuttavia, ha contribuito ad una maggiore conservazione del territorio, così, ad esempio, i boschi di cerro sono ancora piuttosto estesi, mentre altrove hanno da tempo lasciato il posto ad altre specie.

 

Partiamo dal piccolo borgo rurale di Castel dell’Alpe (775 m) e iniziamo la salita per raggiungere il crinale che separa l’alta valle del Rabbi da quella del fiume Montone. Seguiamo quindi lo spartiacque in direzione sud – ovest toccando le vette di vari monti Mazzucca (1090 m), Pian Casciano (1153 m), Tre Aie (1124 m), Dei Tramiti (1080 m), fino a raggiungere il valico dei Tre Faggi (991 m).

Tra bosco e radure molteplici sono i panorami sui versanti appenninici romagnolo e toscano. Si ritorna a Castel dell’Alpe percorrendo il fondovalle del Fosso del Forcone nome del corso superiore di quello che poi più in basso prende il nome di Fosso delle Piastrelle.

Itinerario vario e appagante in una zona molto bella, ma poco frequentata.

 

 

Tempo di percorrenza: ore 6 soste escluse
Dilivello in salita: 700 metri circa

Lunghezza del percorso: km. 17

Difficoltà: media

Impegno fisico: medio/ elevato


Ritrovo:

ore 8.00 di fronte all'Obihall in lungarno Aldo Moro a Firenze

 

Indicazioni stradali:

Castel dell’Alpe si raggiunge da Firenze tramite Pontassieve, Rufina, Dicomano, San Godenzo, Colla dei Tre Faggi; dopo il passo, scendendo verso Premilcuore, il bivio sulla SP 3 per il paese rimane sulla sinistra

 

Occorrente:

scarponi da trekking, zaino con pranzo al sacco e acqua (per lo meno un litro!), giacca per la pioggia, chi li ha anche sovra pantaloni impermeabili e copri zaino. Data la stagione anche guanti e fascia o cappellino per il freddo.


COSTO :

SOCI *

€. 12,00 per persona ( gruppo minimo 10 partecipanti),

 

NON SOCI *

€ 18,00 per persona

 

* si prega di prendere visione delle norme di partecipazione alle attività


GUIDA ESCURSIONISTICA : Cristina Bartoletti


La quota comprende
• assistenza guida ambientale escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 86 del 20.12.2016

• coordinamento delle attivtà;


La quota non comprende
• il pranzo al sacco;
• il trasferimento con mezzi propri

• tutto quanto non indicato nel programma.

INFORMAZIONI:

per e-mail all'indirizzo cristina@ufficioguide.it oppure per telefono al n. 339 6840775

 

 

pagamento acconto di 10,00 €. entro e non oltre il 21 aprile 2017 con bollettino postale sul conto corrente

n.° 64349087 oppure con bonifico bancario iban IT 52 M 07601 02800 0000 64349087 intestato a ass. UFFICIO GUIDE.
Nella causale dovrà essere indicata la data dell'escursione.

 

linea

 

I partecipanti alle gite organizzate dall'associazione dichiarano di avere preso visione delle
norme di comportamento
e delle informazioni sulle attività di Ufficio guide scuola di alpinismo

 

Per partecipare alle escursioni come SOCI è necessario
compilare la domanda di iscrizione

Ufficio guide domanda di ammissione

inviare copia del certificato medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica
all'indirizzo tesseramento@ufficioguide.it insieme ai dati anagrafici
per il rilascio della tessera UFFICIO GUIDE comprensiva dell'assicurazione Uisp.
Maggiori informazioni

 

linea


Le Guide sono tutte in possesso di assicurazione R.C.di legge,
i partecipanti alle varie attività come non soci NON sono coperti da assicurazione personale infortuni.

 

pagina facebook
Ufficio guide
 Le escursioni sono riservate esclusivamente ai soci di Ufficio Guide

Ufficio Guide - Scuola di Alpinismo
trekking alpinismo avventura

I professionisti della montagna e dell'avventura in sicurezza - Agg.: 18-Apr-2017

Website counters