Riserva Naturale Acquerino Cantagallo:
il Monte Bucciana da Monachino

cantagallo

 

sabato 14 ottobre 2017

 

La Riserva Naturale Acquerino Cantagallo fa parte del Sistema Provinciale Aree Protette, Provincia di Prato, Comune di Cantagallo, Comunità Montana Val di Bisenzio e presenta ambienti naturali dalla bellezza incontaminata insieme ad importanti testimonianze della presenza e delle tradizionali attività dell’uomo.

Il paesaggio è caratterizzato da estese foreste, dominate soprattutto da dense faggete e castagneti, oltre a rimboschimenti di conifere e boschi misti di latifoglie (querce, carpini).

La copertura arborea, pressoché continua, è interrotta solo raramente da praterie e da arbusteti, spesso localizzati su aree anticamente coltivate o destinate al pascolo, in genere presso casali rustici un tempo abitati, le cosiddette “cascine” che costituivano l’abitazione dei nuclei familiari, di solito circondate da alberi da frutto, come noci, ciliegi e noccioli.

Siepi di bosso lungo i sentieri ed i confini di proprietà, oltre a tradizionali sistemazioni a terrazzamenti, testimoniano le passate attività agricole.

Altre testimonianze delle tradizionali attività dell’uomo sono quelle riferite alla coltura del bosco che, oltre a lasciare traccia nei castagneti da frutto, sono riconoscibili per la presenza di cannicciaie per l’essiccamento delle castagne e di numerosi mulini che servivano per fare la cosiddetta “farina dolce”.

Il territorio è infatti solcato da numerosi ruscelli e torrenti che, data la loro integrità da fenomeni d’inquinamento e di disturbo, sono ricchi di specie di rilevante interesse naturalistico fra cui alcuni anfibi come la salamandra pezzata e la salamandrina dagli occhiali.

All’interno del territorio della Riserva la popolazione faunistica più rappresentativa e studiata risulta essere quella del cervo. Tale popolazione è nota a livello nazionale sia per la complessità della sua struttura che per la maestosità degli esemplari.

Nel periodo riproduttivo autunnale è facile sentire i cervi in “bramito”, tipico richiamo del maschio.


L’escursione proposta parte dalla località Monachino situata nel fondovalle del Limentra Orientale.

Il Limentra Orientale, che va ad alimentare, proseguendo verso nord, il bacino artificiale del Lago di Suviana, si origina dall’unione del Limentrino con il Limentra in corrispondenza di Ponte a Rigoli.

Questo tratto di Appennino pistoiese è caratterizzato da bellissime faggete ricche di acque che scorrono formando freschi torrenti di montagna intervallati da belle cascate, per citarne alcune possiamo ricordare quelle della zona del Poggio della Scavata.

L’itinerario raggiunge la vetta del Monte Bucciana che con i suoi 1204 m è la vetta più elevata della Riserva, passando prima per la bella Cascina di Spedaletto, circondata da faggi colonnari che si innalzano verso il cielo come vigili guardiani del luogo, poi percorrendo la cresta di Culipiana.

Durante questo percorso non si toccano quote particolarmente elevate, ma si respira un’aria di montagna, per la pace dei luoghi e la per conformazione e bellezza del territorio. Provare per credere …

 

Tempo di percorrenza: circa 6 ore (soste escluse)
Dislivello totale in salita: circa 600 m
Lunghezza del percorso: 14 km  
Difficoltà tecnica: facile

Impegno fisico: medio; il dislivello da superare in salita richiede un minimo di allenamento fisico.

 


Ritrovo:

ore 8.00 al mercato di Novoli in viale Guidoni


Indicazioni stradali:

per arrivare a Monachino da Firenze si prende l’A11, si esce a Prato est, si prosegue per Agliana, Montale, Tobbiana, Cascina di Spedaletto; si scende nella valle della Limentra Orientale fino a Monachino.


Occorrente:

scarponi da trekking, zaino con pranzo al sacco e acqua (per lo meno un litro!), giacca per la pioggia, chi li ha anche sovra pantaloni impermeabili e copri zaino.


COSTO
:

SOCI *

€. 14,00 per persona ( gruppo minimo 10 partecipanti),

 

NON SOCI *

€ 18,00 per persona

* si prega di prendere visione delle norme per partecipare alle escursioni


GUIDA ESCURSIONISTICA : Cristina Bartoletti


La quota comprende
• assistenza guida ambientale escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 86/2016

• coordinamento delle attivtà;


La quota non comprende
• il pranzo al sacco;
• il trasferimento con mezzi propri

• tutto quanto non indicato nel programma.

INFORMAZIONI:

per e-mail all'indirizzo cristina@ufficioguide.it oppure per telefono al n. 339 6840775

 

 

pagamento acconto di 10,00 €. entro e non oltre il 12 ottobre 2017 con bollettino postale sul conto corrente n.° 1038848576 oppure con bonifico bancario iban IT 72 T 07601 02800 001038848576 (nuovo conto) intestato a UFFICIO GUIDE.
Nella causale dovrà essere indicata la data dell'escursione.

 

 

linea

 

I partecipanti alle escursioni organizzate dall'associazione dichiarano di avere preso visione
delle informazioni sulle attività di Ufficio guide

maggiori informazioni

 

Per partecipare alle escursioni come SOCI è necessario
compilare la domanda di iscrizione


Ufficio guide domanda di ammissione

 

linea


Le Guide sono tutte in possesso di assicurazione R.C.di legge,
i partecipanti alle varie attività
NON sono coperti da assicurazione personale infortuni.

 

pagina facebook
Ufficio guide
 Le escursioni sono riservate esclusivamente ai soci di Ufficio Guide

Ufficio Guide Outdoor

Agg.: 20-Sep-2017

Website counters